Home > Comunicazioni > Latigray termoplastici radiopachi ai raggi X
 NEWS - 2006

Download

Latigray: compound radiopachi

 

Latigray: termoplastici radiopachi ai raggi X

La crescente attenzione per problematiche legate all'ambiente ed alla salute rendono sempre più complesso lo smaltimento e la manipolazione dei metalli pesanti. Fra queste sostanze, il piombo spicca tanto per tossicità quanto per diffusione.

Ciononostante le sue caratteristiche fisiche e la lavorabilità di questo metallo lo rendono adatto ad essere impiegato su larga scala ovunque vi sia, per esempio, la necessità di creare schermature efficienti contro radiazioni di tipo X e gamma, come accade in applicazioni del settore medicale, nella radiografia industriale e nella manipolazione di sorgenti radioattive.

In tutti questi casi il piombo viene utilizzato per la produzione di lastre e contenitori che fungano da isolamento e protezione per chi lavori con tali apparecchiature e debba operare in sicurezza.
Il problema che si pone è però tanto nella lavorazione del piombo, quanto nella sua manipolazione ed infine nello smaltimento, tutte fasi operative caratterizzate da un notevole impatto sull'ambiente e sulla salute.

Studiando il fenomeno della schermatura si osserva tuttavia che anche altre sostanze possiedono capacità analoghe a quelle del piombo.
Partendo da questa base LATI ha messo a punto una famiglia di prodotti termoplastici per stampaggio ad iniezione caratterizzati da un'ottima capacità schermante nei confronti dei raggi X. I compound della famiglia LATIGRAY sono infatti ricavati impiegando cariche a spiccato potere d'arresto nei confronti delle radiazioni: ceramiche, ossidi metallici, cariche minerali e metalli ecocompatibili come il tungsteno.

I prodotti radiopachi LATI sono realizzati impiegando dal PP a PA, fino alle più avanzate resine termoplastiche come PPS e PEEK, in modo da poter soddisfare ogni esigenza di progetto anche in termini di temperatura e compatibilità ambientale.

Grazie allo stampaggio ad iniezione, si possono ottenere manufatti radioschermanti seguendo le geometrie più particolari e rispettando le diverse esigenze di progetto senza dover riprendere i pezzi realizzati, minimizzando gli scarti di lavorazione, e di conseguenza riducendo i costi direttamente ed indirettamente legati all'attività produttiva. Inoltre è possibile inserire i compound LATIGRAY in un quadro di miglioramento tecnologico ed avanzamento competitivo dei propri manufatti.

Le capacità schermanti dei LATIGRAY sono ottimizzabili a seconda delle esigenze, adattando la tipologia e la quantità di carica radiopaca aggiunta alla matrice termoplastica. In questo modo si possono ottenere compound che, a parità di spessore e di condizioni di prova, risultino semplicemente opachi ai raggi X - come avviene nel caso di particolari cariche minerali e ceramiche - oppure completamente schermanti come invece si misura per l'acciaio o per il tungsteno.

Impiegando i LATIGRAY caricati con tungsteno si è in grado di raggiungere efficienze schermanti paragonabili a quelle del piombo stesso, potendo in tal modo garantire eguali risultati a spessori di parete simili, e addirittura inferiori rispetto al piombo, come si evince dai dati di Spessore Emi-Valente (spessore di materiale necessario a dimezzare il fascio incidente):

I radiopachi LATI sono impiegabili soprattutto nel campo della radiografia medica, es. nel settore dentistico, dove è possibile realizzare perni, supporti ed altri strumenti che risultino visibili a fluoroscopia e fotografia a raggi X grazie all'ottimo contrasto fornito con i tessuti organici. A questo proposito uno dei compound radiopachi Lati è stato utilizzato nel settore dentistico nell'innovativo sistema "Drilling Security System" per la trapanazione in sicurezza sviluppato dalla società ARSLINE, che permette di ottenere con la massima precisione un'altezza pre-regolata di avvitamento ed evitare interventi errati in odontoiatria. Il compound ha permesso di sostituire un particolare metallico, ottenendo notevoli vantaggi funzionali, grazie alle caratteristiche peculiari che possono offrire i tecnopolimeri radiopachi ad elevate prestazioni LATI.

Compound radiopachi atossici, di facile trasformazione ed immediato smaltimento: con i LATIGRAY la sostituzione dei metalli pesanti è oggi realtà.

8 Giugno 2006
Contatto:
email: marketing@it.lati.com
LATI Industria Termoplastici S.p.A.
Via F. Baracca, 7 21040
Vedano Olona (VA) - Italia
Tel. : +390332409111 - Fax: +390332409307

Copyright © 2007 - LATI Industria Termoplastici S.p.A. - Sede legale: via F. Baracca, 7 - I - 21040 VEDANO OLONA (VA)
Codice Fiscale e Registro delle Imprese di Varese 00214880122 - Capitale Sociale € 3.818.400 i.v.
Tel. +39-0332-409111 - Fax +39-0332-409307 - email: info@lati.com - P.IVA IT00214880122