DIRETTIVA 2011/65/UE – RoHS II

RoHS 2002/95/EC

(Restriction of Hazardous Substances)

La Direttiva RoHS istituisce norme riguardanti la restrizione all’uso di sostanze pericolose – quali Piombo, Cadmio, Mercurio, Cromo esavalente (CrVI), autoestinguenti bromurati quali PBB (Polibromobifenili) e PBDE (Polibromodifenileteri) e alcuni ftalati(Ftalato di bis(2-etilesile) (DEHP), Benzilbutilftalato (BBP), Dibutilftalato (DBP), Diisobutilftalato (DIBP))- nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) al fine di contribuire alla tutela della salute umana e dell’ambiente.

Lati S.p.A., certificata UNI EN ISO 14001:2004 e quindi da sempre attenta alle questioni ambientali, ha sviluppato, grazie ai suoi laboratori di Ricerca e Sviluppo, prodotti alternativi privi delle sostanze sopraelencate per rispondere prontamente a tutte le esigenze dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

LATI S.p.A., attraverso il suo servizio di Assistenza alla Clientela è disponibile a supportare i clienti nella corretta scelta dei prodotti.

DIRETTIVA 2011/65/UE

La Direttiva 2011/65/UE, meglio conosciuta come RoHS II, abroga e sostituisce la Direttiva RoHS originaria 2002/95/CE del 27 gennaio 2003 che negli anni era stata oggetto di diversi aggiornamenti.
Uno di questi si riferiva al pronunciamento della Corte di Giustizia delle Comunità Europee di Lussemburgo con la Sentenza del 1° aprile 2008 riportata nel documento sotto riportato. Per maggiori informazioni riguardante questo aggiornamento si può consultare il testo integrale della Sentenza delle cause C-14/06 e C-295/06 disponibile su https://curia.europa.eu.