DIRETTIVA 2011/65/UE – RoHS

DIRETTIVA 2011/65/UE, la Direttiva RoHS istituisce norme riguardanti la restrizione all’uso di sostanze pericolose - quali Piombo, Cadmio, Mercurio, Cromo esavalente (CrVI), autoestinguenti bromurati quali PBB (Polibromobifenili) e PBDE (Polibromodifenileteri) e alcuni ftalati (Ftalato di bis(2-etilesile) (DEHP), Benzilbutilftalato (BBP), Dibutilftalato (DBP), Diisobutilftalato (DIBP)) - nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) al fine di contribuire alla tutela della salute umana e dell’ambiente.

(Restriction of Hazardous Substances)

La Direttiva RoHS istituisce norme riguardanti la restrizione all’uso di sostanze pericolose – quali Piombo, Cadmio, Mercurio, Cromo esavalente (CrVI), autoestinguenti bromurati quali PBB (Polibromobifenili) e PBDE (Polibromodifenileteri) e alcuni ftalati (Ftalato di bis(2-etilesile) (DEHP), Benzilbutilftalato (BBP), Dibutilftalato (DBP), Diisobutilftalato (DIBP)) – nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) al fine di contribuire alla tutela della salute umana e dell’ambiente.

Lati S.p.A., certificata UNI EN ISO 14001:2015 e quindi da sempre attenta alle questioni ambientali, ha sviluppato, grazie ai suoi laboratori di Ricerca e Sviluppo, prodotti alternativi privi delle sostanze sopraelencate per rispondere prontamente a tutte le esigenze dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

LATI S.p.A., attraverso il suo servizio di Assistenza alla Clientela è disponibile a supportare i clienti nella corretta scelta dei prodotti.

Direttiva 2011/65/UEDIRETTIVA 2011/65/UE