ALTE TEMPERATURE 

Dalla miniaturizzazione dell’elettronica alle restringenti norme anti-inquinamento che regolano il mondo automotive, l’evoluzione tecnologica impone ai materiali la resistenza a temperature sempre più elevate.

LATI offre ai progettisti una serie di compound pensati per impiego a temperature normalmente interdette ai polimeri di uso corrente, tanto per valori di picco che in continuo.

Alla resistenza al calore si associano anche elevata inerzia chimica, ottime prestazioni meccaniche e facile trasformazione:

  • PPS: adatto per applicazioni fino a 200°C in continuo, grazie alla sua struttura molecolare assicura intrinseca autoestinguenza, ottima stabilità dimensionale, resistenza all’ossidazione e robustezza anche in caso di esposizioni prolungate al calore e a carichi costanti;
  • PPA: la poliammide aromatica resta affidabile anche a 150°C, quando cioè le normali PA6, 66 e 12 sono normalmente fuorigioco. Molto meno igroscopica di PA6 e 66, è un’eccellente soluzione soprattutto per applicazioni strutturali sottoposte a urti, vibrazioni e sollecitazioni elevate;
  • PEEK: il non-plus-ultra delle matrici termoplastiche semicristalline LATI, può essere adottato per impiego in continuo fino a 260°C con picchi di 300°C. Per applicazioni senza compromessi;
  • PSU-PES-PPSU: sono i polimeri amorfi sulfonati normalmente utilizzati per manufatti in cui è richiesta trasparenza, elevatissima stabilità dimensionale e resilienza.
    Ideali per impiego medicale o per il contatto con acqua e alimenti, possono resistere a diversi tipi di sterilizzazione e temperature nell’ordine dei 200°C.

DATABASE MATERIALI

CONTATTA I NOSTRI TECNICI