AUTOLUBRIFICANTIFlangia di supporto

Sono molteplici le applicazioni in cui sono presenti fenomeni di attrito e usura fra parti in movimento relativo: ingranaggi, supporti di banco, camme, perni, piani di scorrimento ecc.
LATI propone i compound autolubrificanti LATILUB come efficace alternativa alle soluzioni classiche in metallo o ceramica, la cui affidabilità è

spesso dipendente da lubrificanti esterni.

I vantaggi legati alla proposta LATILUB sono molteplici, dal semplice processo di trasformazione alla flessibilità di progettazione, dall’assenza di manutenzione alla pulizia intrinseca generata dall’assenza di oli e grassi.

I compound LATILUB sono ottenuti modificando opportunamente la risposta delle resine termoplastiche con additivi capaci di ridurre la resistenza all’avanzamento e l’usura:

  • grafite e bisolfuro di molibdeno per avere bassi coefficienti d’attrito, buona stabilità dimensionale, costi contenuti;
  • olio di silicone, PTFE e UHMWPE per ridurre efficacemente il coefficiente d’attrito;
  • fibre arammidiche per contenere fenomeni d’usura adesiva e abrasiva.

Le soluzioni migliori si ottengono unendo i vantaggi di due o più opzioni autolubrificanti all’accurata scelta della resina di base: 

  • PPS e PEEK per la resistenza alla temperatura;
  • PA66, PBT, PPS e PPA per le soluzioni strutturali rinforzate;
  • PP e PPS  per l’inerzia chimica;
  • PA6, PA12  e POM per le migliori prestazioni tribologiche.

I LATILUB sono adatti per impiego a secco ad alta e bassa velocità relativa, alta e bassa pressione e per situazioni che prevedono elevate sollecitazioni meccaniche statiche e dinamiche

DATABASE MATERIALI

CONTATTA I NOSTRI TECNICI