Supporto per telaio tessile STRUTTURALI

Sostituire il metallo con materiali sintetici strutturali è oggi una possibilità concreta, offerta ai progettisti che vogliono coniugare gli aspetti più vantaggiosi dei polimeri con la versatilità e il basso costo dello stampaggio ad iniezione.

I gradi strutturali LATI offrono stabilità dimensionale, rigidità, robustezza e resistenza anche sotto sollecitazioni estreme, ripetute e protratte nel tempo tipicamente all’origine di cedimenti dovuti a eccesso di carico, creep, rilassamento e fatica.
Le resine impiegate, dal PP al PEEK, assicurano prestazioni soddisfacenti fino a temperature superiori ai 250°C in continuo.

I rinforzi impiegati:

  • Fibre di vetro fino al 65% in peso;
  • Fibre di carbonio ad alta tenacità fino al 50% in peso;
  • Fibre di carbonio ad alto modulo fino al 45% in peso.

permettono il raggiungimento di prestazioni impensabili per materiali anisotropi a fibra corta, come un modulo elastico prossimo ai 40 GPa e uno sforzo a rottura di 300 MPa.

Versioni speciali sono inoltre messe a punto per soddisfare le più disparate esigenze: dall’autoestinguenza all’autolubrificazione, dalla conduttività elettrica al contatto con acqua e alimenti.

Resistenza meccanica ed estetica trovano sintonia nei gradi LATIGLOSS una famiglia di PA66 e PPA dedicate a quei progetti in cui le prestazioni strutturali devono sposarsi con finiture superficiali eccellenti.

Le operazioni di metal replacement sono possibili anche nel campo del contatto con acqua potabile grazie ai gradi strutturali certificati NSF, ACS, WRAS e KTW.

DATABASE MATERIALI

CONTATTA I NOSTRI TECNICI